Report sull'attività svolta dal 2014 al 2016

Report sull'attività svolta dal 2014 al 2016

E' stata presentata al Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie la Relazione sull'attività svolta dalla nuova gestione del Fondo Comuni Confinanti dalla data d’insediamento del Comitato paritetico per la gestione dell’Intesa (24 ottobre 2014) al 31 dicembre 2016.

Il Fondo Comuni confinanti ha lo scopo di finanziare progetti che interessano i territori di confine delle regioni Lombardia e Veneto con le province autonome di Trento e Bolzano. Il principale riferimento normativo del Fondo Comuni confinanti è disciplinato dall’Intesa tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero degli Affari Regionali, la Regione Lombardia, la Regione del Veneto e le Province autonome di Trento e Bolzano avente ad oggetto la disciplina dei rapporti per la gestione delle risorse di cui all’art. 2, commi 117 e 117 bis, della Legge 23 dicembre 2009, n. 191 (legge finanziaria 2010) e ss.mm..

L’obiettivo del Fondo Comuni confinanti è quello di favorire uno sviluppo coeso fra i territori confinanti delle Province autonome di Trento e Bolzano e della Regioni Lombardia e del Veneto, conseguendo obiettivi di perequazione e solidarietà tra territori, attraverso il finanziamento di progetti volti alla valorizzazione e lo sviluppo economico e sociale di tali territori.

La Relazione sulle attività del Fondo presenta in modo strutturato il lavoro svolto dal Fondo Comuni confinanti descrivendo le azioni attivate e l’andamento degli interventi in termini di spesa e temporalità, al fine di facilitare la definizione degli strumenti atti a misurare le ricadute prodotte sui territori confinanti con le Province autonome di Trento e Bolzano ed a individuare le criticità residue. A tal fine la Relazione propone un inquadramento generale in cui vengono illustrati i riferimenti normativi, territoriali e amministrativi del Fondo. Quali strumenti di controllo delle attività sono riportati gli ambiti di intervento, le risorse finanziarie e la gestione delle tempistiche relative ai progetti nonché lo stato dei progetti avviati. La descrizione delle strutture a supporto – il Comitato paritetico, la Segreteria tecnica, lo Sportello dedicato – fornisce un quadro delle attività svolte nell’ambito della governance e della gestione del Fondo. Infine, vengono illustrate le azioni in fase di consolidamento e di approfondimento finalizzate alla piena realizzazione ed efficacia delle azioni gestite dal Fondo Comuni confinanti.

  relazione_presidente [121,58 kB] 
  06 Aprile 2017